problematiche acque

problematiche acque



analisi acque potabili dicembre 2016 PDF Stampa E-mail

in allegato le analisi delle acque potabili del mese di dicembre 2016

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (analisi dicembre2016.pdf)analisi dicembre2016.pdf 91 Kb
 
analisi acque potabili giugno 2016 PDF Stampa E-mail

in allegato le analisi delle acque potabili effettuate il mese di giugno 2016

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (analisi giugno.pdf)analisi giugno.pdf 87 Kb
 
analisi potabilita' acqua agosto 2015 PDF Stampa E-mail

in allegato le analisi delle acque potabili effettuate nel mese di agosto 2015

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (Prot_Arr 0005605 del 13-08-2015 - Documento.PDF)Prot_Arr 0005605 del 13-08-2015 - Documento.PDF 1128 Kb
 
acque balneazione PDF Stampa E-mail

Acque di balneazioneVedi dettagli

le analisi effettuate nel mese di luglio 2015 hanno dato esito eccellente in tutti i prelievi effettuati nel territorio di questo Comune.

La normativa in materia di acque di balneazione (D.lgs. 116/2008 e D.M. 30/05/2010) classifica le acque di balneazione secondo 4 categorie (scarsa, sufficiente, buona, eccellente).

Entro la fine della stagione balneare 2015 tutte le acque devono essere classificate e giudicate almeno "sufficienti". è comunque possibile che le acque siano temporaneamente definite "scarse". Qualora questo si verifichi, le Regioni e le Province autonome, a decorrere dalla stagione successiva, devono:

  • adottare adeguate misure di gestione, inclusi il divieto di balneazione, per impedire l´esposizione dei bagnanti all´inquinamento;
  • individuare le cause e le ragioni del mancato raggiungimento dello status qualitativo "sufficiente";
  • applicare adeguate misure per impedire, ridurre o eliminare le cause di inquinamento;
  • avvertire il pubblico mediante un segnale chiaro e semplice ed informarlo delle cause dell´inquinamento nonché dei provvedimenti adottati sulla base del profilo delle acque di balneazione.

Se le acque di balneazione sono classificate di qualità "scarsa" per cinque anni consecutivi, è disposto un divieto permanente di balneazione che le regioni e le province autonome possono anche attuare prima della scadenza del termine dei cinque anni stessi nel caso ritengano che il raggiungimento di una qualità "sufficiente" non sia fattibile o comunque eccessivamente costoso.

in allegato le ultime analisi effettuate relative al mese di luglio.

Inoltre si precisa che sul sito regionale possono essere visionate le analisi predisposte dai competenti uffici relative alle acque di balneazione:

http://www.arpalazio.gov.it/ambiente/acqua/dati/balneazione/balneazione.htm?prov=viterbo&lagoID=8&comune=capodimonte

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (capodimonte07.pdf)capodimonte07.pdf 642 Kb
 
ripristino condizioni di potabilità acque PDF Stampa E-mail

SETTORE AMMINISTRATIVO
UFFICIO SERVIZI ALLE PERSONE

ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE             n.  6/2015

Prot. 656/2015

OGGETTO: revoca ordinanze per avvenuto ripristino delle condizioni di potabilità acque.

I L   S I N D A C O

VISTE le precedenti ordinanze contingibili ed urgenti emanate, nel corso degli anni, dall’Amministrazione Comunale in materia di non potabilità dell’acqua della rete idrica, resesi necessarie a causa dei parametri di arsenico e fluoruri presenti nel contenuto altamente superiori alla norma e non conformi al D.Lgs. 31/2001 e ss.mm.ii;

VISTA la nota Prot. 2620 del 19/01/2014 della AUSL Viterbo - Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti Nutrizione Acque Potabili Pubbliche (nostro protocollo 479/2015) e gli allegati dati analitici ARPALAZIO relativi a campioni di acqua destinata al consumo umano prelevati in data 08/01/2015 dagli impianti di potabilizzazione “Uscita impianti Bisenzo” e relative reti idriche distributrici, le cui analisi chimiche hanno evidenziato che il parametro “Arsenico” è conforme al rispettivo valore di parametro previsto dall’allegato I del D. Lgs. 31/2001;

VISTO lo Statuto Comunale;

VISTO il D. Lgs. n° 31/2001;

VISTI gli artt. 50 e 54 del D. Lgs. 267/2000;

ACCERTATO di non dover procedere alla comunicazione dell’avvio del procedimento in quanto il presente provvedimento ha carattere generale e contenuto normativo, ai sensi dell’art. 13 , 1° comma della L. 241/1990 e ss.mm;

RAVVISATA l’urgente necessita di provvedere in merito;

O R D I N A

Per i motivi suindicati;

1)  la revoca della ordinanza n. 8-2011 del 01/02/2011 prot. 818;

2)  la revoca della ordinanza n. 168-2012 del 29/12/2012 prot. 10355;

3)  il gestore degli impianti di potabilizzazione deve garantire il regolare funzionamento e manutenzione degli stessi;

4)   il gestore della rete idrica deve garantire costantemente l’erogazione di acqua conforme a tutti i parametri previsti dal d.lgs. 31/2001, con particolare riferimento al parametro arsenico.

5)  La presente ordinanza è immediatamente eseguibile.

6)  La Polizia Locale e le altre Forze dell'Ordine sono incaricate della vigilanza per l'esecuzione del presente provvedimento.

7)  Copia della presente dovrà essere inviata agli enti ed uffici competenti, pubblicata all’Albo Pretorio on line e sul sito internet nonché affissa nei luoghi pubblici e di pubblica frequenza.

Capodimonte 30/01/2015                                                                         IL SINDACO

Mario Fanelli

Attachments:
FileDescrizioneFile size
Download this file (ANALISI2015.pdf)ANALISI2015.pdf 82 Kb
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 4